Attualità

Thumbnail

L’OIAD al Parlamento Europeo: audizione sugli attacchi perpetrati nei confronti degli avvocati (19 febbraio 2019)

Il 19 febbraio 2019 ha avuto luogo presso il Parlamento europeo (Bruxelles) un’audizione pubblica sui rischi riscontrati dagli avvocati. L’audizione è stata organizzata dalla sotto-Commissione per i diritti umani del Parlamento Europeo, presieduta da Pier Antonio Panzeri, che ha dichiarato: “tutti gli attacchi contro un avvocato o contro la professione costituiscono un attacco contro la giustizia ed i principi fondamentali dello Stato di diritto”.

L’evento è stato organizzato per iniziativa del CCBE ed in particolare grazie all’azione di Patrik Henry, Presidente del Comitato dei diritti dell’uomo del CCBE.

Patrik Henry è intervenuto per denunciare l’aumento degli attacchi contro gli avvocati e ha ricordato il ruolo cruciale della professione per la difesa dello Stato di diritto.

Richard Sédillot, Presidente della Commissione per gli affari europei ed internazionali del Consiglio Nazionale degli Ordini e rappresentanti dell’OIAD a seguito dell’audizione, ha illustrato la situazione degli avvocati in Turchia.

L’audizione è stata anche l’occasione per raccogliere la testimonianza di Botagoz Jardemalie, avvocato Kazako rifugiata in Belgio, il cui fratello si trova attualmente in prigione, che ha denunciato le vessazioni di cui sono vittime gli avvocati in Kazakistan e l’utilizzo costante della tortura nelle prigioni del regime.

Fuad Agayev, avvocato dell’Azerbaijan, radiato dall’Ordine nel suo paese, ha illustrato la strumentalizzazione delle procedure disciplinari del potere in Azerbaijan.

La situazione degli avvocati cinesi, e del nostro collega Wang Quanzhang, è stata ricordata da Nicola Macbean, direttrice dell’Organizzazione “The rights Practice”.

La registrazione dell’audizione è disponibile sul sito del Parlamento Europeo.

Thumbnail

Conferenza straordinaria di Shirin Ebadi

Conferenza straordinaria di Shirin Ebadi L’11 aprile 2019 l’Ordine di Parigi ha avuto l’onore di ospitare Shirin Ebadi, avvocato e giudice iraniano, premio Nobel per la pace nel 2003, che ha dovuto lasciare il suo paese in ragione delle pressioni subite per l’impegno per la difesa dei diritti umani ed [...]
Load more news