Search by
Qatar

Najeeb Al-Nuaimi

Avvocato Qatar
Threatened

Support Najeeb Al-Nuaimi

Cause seguite :

Qatar : All’eminente avvocato Najeeb Al-Nuaimi è stato negato di viaggiare

Parigi, 3 maggio 2018,

L’Osservatorio internazionale degli avvocati in pericolo (di seguito “OIAD” denuncia con severità il divieto di viaggiare imposto all’avv. Najeeb Al-Nuaimi, avvocato eminente dei diritti dell’uomo ed ex Ministro della giustizia dello Stato del Qatar.

Al Nauimi è una delle autorità giuridiche con la maggiore reputazione della regione ed è stato in passato Ministro della giustizia del Qatar. E’ stato in prima linea per le riforme del sistema giudiziario, in particolare nell’ambito dei diritti dell’uomo.

Al-Nuaimi è stato strettamente associato alla protezione dei diritti dei detenuti a Guantanamo. E’ stato nominato Presidente del Comitato di difesa dei detenuti di Guantanamo e ha rappresentato personalmente 93 detenuti.

Tra il 2011 e il 2012 Al-Nuaimi ha assistito Mohammed Rashid al-Ajami, un poeta del Qatar condannato all’ergastolo. Al-Nuaimi ha difeso il diritto fondamentale alla libertà di espressione permettendo la scarcerazione del poeta nel 2016.

Il 7 febbraio 2017, le autorità del Qatar hanno impedito a Al-Nuaimi di recarsi all’estero. L’avvocato ha in seguito scoperto che l’Ordine del divieto di viaggiare era stato emesso dal procuratore generale il 7 gennaio 2017, senza dare spiegazioni o prevedere accuse nei suoi confronti.

Anche se la Corte d’appello del Qatar ha revocato il divieto il 30 maggio, l’amministrazione di sicurezza della capitale ha informato Al-Nuaimi che il divieto di viaggiare che gli era stato imposto in precedenza era stato rinnovato.

Il 28 aprile, Al-Nuaimi, ha pubblicato una dichiarazione che spiegava che” Il procuratore generale, con l’approvazione del governo, ha continuato a violare in flagranza i principi della Costituzione e delle leggi del Qatar”. Ha dichiarato che è prossimo ad utilizzare tutti i mezzi legali disponibili per revocare il divieto.

L’OIAD richiama le autorità del Qatar affinchè rispettino i Principi relativi al ruolo dell’Ordine degli avvocati, adottati dalle Nazioni Unite all’Avana nel 1990 che prevedono quanto segue:

– “Le autorità pubbliche assicurano che gli avvocati (a) siano in grado di svolgere tutti i loro doveri professionali senza ostacolo, intimidazione, molestia o indebite interferenza; (b) possano viaggiare e consultare liberamente i propri clienti, sia in patria che all’estero; e (c) non siano fatti oggetto, ne siano minacciati, di essere sottoposti  a procedimento oppure  a sanzioni economiche o altro per qualsiasi azione intrapresa in conformità con i loro obblighi e principi professionali riconosciuti e con la loro  deontologia “. (Principio 16)

« GLi avvocati non devono essere assimilati ai loro clienti o alla causa dei loro clienti nell’esercizio delle loro funzioni” principio 18.

L’OIAD esorta le autorità del Qatar a revocare il divieto di viaggio imposto a Najeeb Al-Nuaimi immediatamente e senza alcuna condizione.

L ‘OIAD fa appello alle autorità del Qatar per garantire a Najeeb Al-Nuaimi la capacità di esercitare la sua attività professionale liberamente ed indipendentemente, interrompendo tutte le forme di intimidazione e di minaccia nei suoi confronti.